Tocaia Grande

Tocaia_Grande.gifTocaia Grande; Jorge Amado

Sicuramente caro lettore di questo blog, non ti chiederai come conosco questo autore. Allora io ti rispondo: riascoltavo una splendida canzone di Caetano Veloso, quel giorno cantata da mia moglie Annain una mattina di cura per la casa, il titolo è Haiti, in cui si nomina Jorge Amado, in mezzo a questa canzone che parla di repressione haitiana, vattela a cercare e ascoltala, se ti piacerà avrai avuto gratis una notizia piacevole.
Ad ogni modo; mi alzai dalla sedia del PC e uscii da casa per raggiungere la libreria La Feltrinelli in Via Appia Nuova a Roma. Andai a comprare Tocaia Grande!

Il contrasto di un sito naturale, una vallata di quelle che solo a vederle o immaginarle ti si ritempra il cuore; vegetazione, fiumi, sole animali e salute e, allo stesso tempo insanguinata da faide di proprietari terrieri per la lotta di possesso. Tocaia Grande = Grande imboscata.
Comunque terra di ricezione di latitanti, zingari e diseredati, senza casa e senza futuro né legge. Il rinnovo della popolazione naturalmente affidato a donne orgogliose…
<<Con le pance bene in vista sfilavano le donne incinte, orgogliose  entro i confini di Tocaia Grande: avrebbero avuto i loro bambini all’arrivo della primavera, al termine del raccolto.  Da principio, solo Diva e Abigail, la figlia minore di José dos Santos; in seguito si erano incorporate al gruppo Isaura, più vecchia della sorella di 11 mesi. e Dinorà, sposata con Jäozé. Con l’arrivo della famiglia di Estancia il corteo delle donne in attesa sarebbe quasi raddoppiato, visto che tre delle donne del clan erano incinte, anche loro avrebbero partorito nelle mani benedette di Jacinta Coroca.>>

Diverrà terra di multinazionali, miltari e corruzione, Tocaia Grande sarà ribattezzata <<Irisopolis>>
Un flusso narrativo privo di fronzoli, non è evidentemente lo stile di Jorge Amado, Nella verità di questo romanzo viene sottolineata la possibilità che un Brasile migliore sarebbe potuto evolversi e quello che successe a Irisipolis fu la nascita col piede sbagliato di una nazione che conosciamo.
Bello, bello, bello! Un libro che ti piacerà lettore.


Editore; Garzanti Elefanti
pagine; 557
ISBN; 88-11-68558-3
prezzo; 10.50 €, come e dove l’ho acquistato l’ho già detto.

Tocaia Grandeultima modifica: 2009-06-28T17:18:00+02:00da maximored
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento