Pericle di Atene

Pericle di Atene.gifPericle di Atene; Donald Kagan

Voglio, in questo caso, riportare per intero, la quarta di copertina, perché rende ottimamente;
“Forse non avremmo avuto la miracolosa fioritura della società ateniese del V secolo a.C., o comunque questa non avrebbe raggiunto tali vette di sviluppo politico e di rigoglio intellettuale, se non fosse stata favorita e protetta dalla grande figura di Pericle, Egli governò la città di Atene con la sola forza della ragione e dell’oloquenza, sorretto dall’intuizione – straordinaria per la sua epoca – del valore intrinseco di ogni uomo. Amico e mecenate di Sofocle, Eschilo, Fidia, Erodoto, Anassagora, Protagora e Zenone, attraverso le loro opere procurò ad Atene un regno ben più durevole di quello temporale, contribuendo in maniera decisiva a renderla il centro della civiltà ellenica, la vera Ellade dell’Ellade.”

Senza dubbio un personaggio da cui trarre insegnamenti per valori che oggi, nel XXI secolo, latitano, che non danno futuro, tanto promesso di nostri presidenti, a cui bisognerebbe dire: <<Il futuro non più quello di una volta>> (scritta apparsa su un muro di Milano).
In questolibro, Donald Kagan ci fa conoscere Pericle attraverso delle sostanze culturali quali: Aristocratico, politico, democratico, imperialista, pacificatore, educatore, amico-marito-padre e amante, gestore della crisi, stratega ed eroe. Tutte qualità che ha saputo mettere a frutto, un semidío.

Editore; Oscar Mondadori
pagine; 356
ISBN; 88-04-37582-5
prezzo; 17.000 lire. 2 euro a una bancarella di libri a Roma, Via del corso. Sotto un sole cocente il venditore, già nero di suo, era sotto un improbabile ombrello col manico legato a un’asse del banchetto che armeggiava il suo telefonino, e se non fossi andato a dargli soldi nemmeno se ne sarebbe accorto…

Pericle di Ateneultima modifica: 2009-06-15T17:59:14+02:00da maximored
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento