Per gli analfabeti

antonin_artaud.gifPer gli analfabeti; Antonin Artaud

“L’anarchia, senza ordine né legge, le leggi e i comandamenti non esistono senza il disordine della realtà, il tempo è la sola legge. Continuerò a disarticolare ogni cosa, nella vita degli universi, perché il temp osono io.”
E come dargli torto, se si arroga, a ragione, che l’universo alberga nel e per sé!?
Mio dio, ho anche un pò paura a scrivere di questo libbriccino, pesante come tutto il pianeta. Ho paura perché immagino che Antonin Artaud potrebbe contestarmi parola per parola, sempre, tutti  i giorni e non trovarmi una soluzione! Mi manderebbe a quel paese con tutta la mia tastiera! Ad ogni modo.
Ammiro la filosofia artaudiana, sapendo che lui la odierebbe, non vorrebbe etichette, non vorrebbe essere riconosciuto né letteralmente né fisicamente. Le scintille di civiltà di lui sono scintille che non accenderanno mai l’omologazione culturale.

<<Seguo la mia strada nell’onestà, nel contegno, l’onore, la forza, la brutalità, la crudeltà, l’amore, l’acredine, la collera, l’avarizia, la miseria, la morte lo stupro, l’infamia, la merda, il sudore, il sangue, l’urina, il dolore.
Non sono l’intelligenza o la coscienza di aver fatto nascere le cose ma il dolore mistero del mio utero, del mio ano, della mia enterocolite, che non è un senso, caro signor Freud, ma una massa ottenuta solo soffrendo senza accettare il dolore, senza rivendicarlo, senza imporselo, senza starselo a cercare
…>>

Anche in questo autore o non-autore, per apprezzarne, bisognerebbe quanto meno sapere delle sue vite tra “civiltà” e case di cura, tra poesie, e amori e odii. La nudità culturale elevata a segno alto di uomo-essere. Finalmente si abbassano, si schiacciano i fronzoli e si “scorreggiano” pensieri che esulano del tutto dalla canonicità culturale.
Nessuna scuola
nessuna amministrazione, nessuna polizia,
nessuna chiesa, nessun museo,
nessuna dogana, nessun regime fiscale,
nessuna idea, nessun concetto.
Niente di niente.

Mi raccomando, se intraprendete una lettura artaudiana, spogliatevi di tutte ste cose.

Editore; StampaAlternativa
pagine; 32
ISBN; 88-7226-648-3
prezzo; un euro. In libreria, ma quale non ricordo. Ricordo solo che come un cioccolatino che esprime un concentrato di gusto e zuccheri, finí in pochissimo tempo.

Per gli analfabetiultima modifica: 2009-07-18T09:39:17+00:00da maximored
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Per gli analfabeti

Lascia un commento